Rif: 221653

NIGRO, Mario (Pistoia, 1917 - Livorno, 1992)Lettera dattiloscritta con correzioni autografe a penna

Milano,  1964

Lunga lettera dattiloscritta, con correzioni autografe a penna, inviata a Raffaello Ramat e per conoscenza a Umbro Apollonio, Giulio Carlo Argan, Palma Bucarelli, Maurizio Calvsi, Gillo Dorfles ed altri critici d'arte, datata 3 giugno 1964. Nella lettera l'artista denuncia la sua ingiustificata eclusione dalla mostra "Concretismo. Milano, Firenze, Roma 1947-1950" inauguratasi a Firenze, presso la Galleria Palazzo Libri, il 23 maggio 1964.

Cm 27,8x22 Fogli sciolti (loose pages) Ottimo (Fine)

"Torno a ripeterle, in opposizione alle sue tesi addotte, quali sono le ragioni che logicamente rendevano assurda e totalmente arbitraria la mia esclusione dalla rassegna sul Concretismo, e che ho già rese note a Lei e al sindaco On. La Pira, nelle mie lettere del 10, del 16 e del 25 maggio. [.....] Il temine "Concretismo" pone dei limiti entro i quali io rientro di dovere, essendo notoriamente, anche negli anni contemplati dalla Rassegna, uno dei più coerenti protagonisti di questo movimento.

150

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli