Rif: 206752

ZUCKER, Paul (Berlino, 1888 - New York, 1971),Theater und Lichtspielhäuser

Berlin,  Wasmuth,  1926

Illustrazioni in bianco e nero, disegni e progetti di edifici di Hans Poelzig, Oskar Kaufmann, Emil Fahrenkamp, Henry van de Velde, A. e G. Perret, Walter Gropius, Max Littmann, Heinrich Seeling

Rilegatura in piena tela rossa con titoli in oro impressi al piatto anteriore e al dorso

4to (cm 32x24,5),  pp. 180 Rilegato tela (cloth) Molto buono (Very Good)

Già nel 1923 Riccardo Gualino parlava, in una lettera a Cesarina, della sua volontà di costruire un teatro a Torino, affidando alla moglie la gestione e l'organizzazione degli spettacoli di danza. L'avventura teatrale dei Gualino, passando attraverso la breve esperienza dell'affitto del Teatro Trianon (restaurato e diventato Odeon) per alcuni spettacoli nell'ottobre e novembre 1923, sfocerà nel Teatrino di Via Bernardino Galliari 28 e nel restauro dell'ex Teatro Scribe (rinominato Teatro di Torino),  entrambi inaugurati nel 1925. Gli spettacoli, la prosa, la danza con i Sakharoff, Mary Wigman, Emil Jacques-Dalcroze, i Ballets Russes di Sergei Diaghilev,  le scene e costumi di Matisse, Picasso, Derain, la musica e le influenze architettoniche di Hans Poelzig, Pagano Pogatschnig e Levi Montalcini portarono una vera e propria ventata europea e avanguardistica nel clima asfittico dell'Italia fascista.

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli