Rif: 218715

CALZA, Gian Carlo (a cura di)Capolavori dalla citt proibita. Qianlong e la sua corte

Roma,  MondoMostre,  2007

Catalogo della mostra tenutasi pressoil Museo del Corso, Roma, 20 novembre 2007 - 20 marzo 2008.  Presentazione  di Zheng Xinmiao. Introduzione di Gian Carlo Calza. Testi di Gian Carlo Calza, Giovanni Stary, Michele Alberto Matteini, Erica Yao, Nicoletta Celli. Dettagliato apparato di schede critico-storiche delle opere. Numerose illustrazioni a colori e in bianco e nero. Bibliografia 

4to,  pp. 222 Molto buono (Very Good)

Oltre 300 capolavori mai visti in Italia provenienti da uno dei più maestosi, imponenti complessi museali al mondo, la Città Proibita, per raccontare la vita di corte e il fasto che la Cina conobbe sotto il regno dell'imperatore Qianlong (1711-1799), letteralmente regno della “Grandiosità Cosmica”, considerato l'apogeo politico e culturale dell'ultima dinastia regnante sul Paese di Mezzo (1644-1911).  La stirpe dell'imperatore Qianlong, dall'originaria Manciuria, aveva conquistato la Cina nel 1644. Occupando Pechino e assumendo il nome dinastico di Qing “purezza”, si era insediata nella celebre Città Proibita edificata dai Ming nel XV secolo. Con le campagne militari e i viaggi nelle regioni più lontane del grande sovrano, la Cina di Qianlong si estese a tal punto da diventare il secondo più vasto impero territoriale della storia con confini più ampi anche dell'attuale Repubblica Popolare, nonché il più popoloso. Assertore della sovranità come funzione e istituzione religiosa e universale, durante il suo regno Qianlong modificò, ampliò e abbellì anche la Città Proibita, la più ampia reggia della Terra con i suoi 9.000 tra saloni e stanze. 

70

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli