Rif: 206476

FONTANA, Lucio (Rosario di Santa Fé, 1899 - Comabbio, 1968) Devenir de Fontana

Torino,  Edizioni d'Arte Fratelli Pozzo,  1961 - Prima edizione (First Edition)

N. 4 della collana International Center of Aesthetic Research diretta da Ezio Gribaudo. Testo di Michel Tapié (Torino-Tokyo, agosto 1961). Riproduzione del "Manifesto Bianco 1946 (Spazialismo)" e nota biografica. Riproduzione delle opere di Lucio Fontana dal 1947 al 1961 in 160 belle tavole in bianco e nero e a colori applicate, di cui due su foglio d'oro con tagli

Impressioni in oro al piatto anteriore e al dorso. Sovraccoperta fustellata

8vo (cm 28x30),  pp. 26 + tavole Sovracoperta con due piccoli taglietti, di cui uno riparato, comunque in stato molto buono (Two small tears to dustjacket, one repaired on reverse) Molto buono (Very Good)

"La bellezza della materia pittorica conferisce forse alle opere un che di più definitivo ed assoluto; il suo contenuto ci guadagna in profondità, in misteriosa ambiguità, in elevata metafisica spaziale, e l'uso facilitato dell'oro e dell'argento nel settore delle materie plastiche solleva l'umorismo euforico di Fontana all'altezza delle Hautes Fêtes: cosa si può dire di meglio parlando di un Maestro, se non che egli ha nello stesso tempo il senso misterioso delle strutture profonde dell'astrazione, e quello di regista delle Hautes Fêtes del possibile oggi...Tale è, e si continua, accogliendo le novità assiomatiche ed attuando il meccanismo di una diversa percezione, l'opera essenzialmente personale, ossia non classica di uno dei pionieri più audaci e di uno dei leaders più sconvolgenti della nostra arte attuale" (fal testo di Tapié).

500

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli