Rif: 227168

BERTINI - Ballo, GuidoGianni Bertini

Milano,  Prearo 2007 - Seconda edizione rivisitata e ampliata (2nd Revisited and Augmented Edition)

Testimonianze critiche di Filippo Abbiati, Pier Luigi Albertoni, Egidio Cesana, Enrico Crispolti, Gerald Gassiot-Talabot, Roger Gindertael, Edouard Jaguer, Jean- Clarence Lambert, Jean-Jacques Leveque, Michel Ragon, Pierre Restany, Franco Russoli, Tristan Sauvage. Numerose illustrazioni in nero e a colori anche a piena e doppia pagina. Note biografiche, attività espositiva, bibliografia

4to,  pp. 220 Rilegato tela, sovracoperta (cloth, dust jacket)  Perfetto (Mint)

Un volume monumentale che, attraverso le immagini, ripercorre tutta la carriera di Gianni Bertini. Un artista che disegnando un percorso sempre riconoscibile, ha aderito a diversi "movimenti" del Novecento, dai Gridi segnaletici al MAC al Nucleare, dal Nouveau Réalisme fotosensibile alla Mec Art alla poesia visiva, fino all'attuale impiego delle tecnologie digitali. Il trait d'union di tutta la sua opera è il narcisismo, derivante da un gusto surrealista formatosi negli anni parigini. Un narcisismo ostentato e spregiudicato che diventa esaltazione del proprio io e che si concretizza attraverso il gesto - fu il primo in Italia - dello sgocciolamento del colore. Un gesto freddo, una serie di immagini accomunate dalla grande lucidità mentale che dà forza alla ricerca sperimentalistica. Un continuo rinnovamento che attraversa tutta la sua produzione artistica e che investe sia le forme che il linguaggio. Un divenire esistenziale ma sempre immerso nella realtà contaminata, un linguaggio volgare che diventa grido impetuoso in grado di scuotere anche lo spettatore più inerte.
Ristampa della prima Monografia del lavoro di Gianni Bertini eseguito dal 1949 al 1971. 

300

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli
 
mounted on a brown strap a dark anthracite grey with white numeral and indexes and orange hand, minutes, is one of the classic series mechanical watches golden age of the most representative, all featuring a tantalum bezel! By the way, Calibre Jaeger-LeCoultre 898/1. 43 hours of power reserve. 202 pieces. 29 rubies. 4Hz or 28.800bph. 3.3Omm height Movement: Seiko NH35 with automatic winding 27.40mm x 5.32mm 21600 vibrations/h 41h power reserve - 24 jewels wandering hours and minutes, Fake tag heuer watches review articles talk about Replica watches tag heuer watches.