Rif: 235367

UNCINI, Giuseppe (Fabriano, 1929 - Trevi, 2008)Giuseppe Uncini. Catalogo Ragionato

Cinesello Balsamo,  Silvana Editoriale 2008 - Prima edizione (First Edition)

Testo critico di Bruno Corà. Catalogo a cura di Annamaria Maggi. Con 130 illustrazioni a colori, a piena pagina, e 1220 in bianco e nero

Cm 31x26,  pp. 434 Rilegato, sovracoperta (hard cover, dust jacket)  Nuovo (New)

Giuseppe Uncini è stato uno scultore e pittore italiano, famoso per le sue opere in ferro e cemento. Nel 1958 crea il "Primocementoarmato", una lastra di cemento grezzo rinforzata con rete e ferro, e continua a sperimentare questo materiale anche l'anno successivo. Nel 1962 forma il Gruppo Uno con Gastone Biggi, Nicola Carrino, Nato Frascà, Achille Pace e Pasquale Santoro, che si prefiggeva il superamento delle correnti informali, e la ricerca di  un ruolo sociale nell'arte. La sua ricerca prosegue tra il 60 e il 65 con la serie dei "ferrocementi" e la serie delle "struttureespazio", presentati per la prima volta nel 1961 alla galleria L'Attico di Roma.
Tra le numerose mostre personali e collettive si ricordano quelle a Palazzo Re Enzo a Ologna, alla Galleria del Cavallino a Venezia, alla Galleria di Christian Stein a Torino e la partecipazione alle Quadriennali di Roma e alle Biennali di Venezia. Nel 1962 è stato tra i vincitori del Premio Spoleto. Nel 2001 un'importante retrospettiva sul suo lavoro si tiene alla Stadtische Kunsthalle di Mannheim. L'ultima opera di Uncini è "Epistylium" (2007 - 2009), una scultura in cemento armato, alta oltre sei metri, realizzata per uno spazio espositivo all'aperto presso il MART di Rovereto.

115