Rif: 220682

LODA, Romana (a cura di)Il volto sinistro dell'arte

Firenze,  Galleria De Amicis,  1977

Mostra numero 4. Catalogo della mostra tenutasi presso la Galleria De Amicis Arte Moderna, Firenze 26 ottobre - 26 novembre 1977. Testo di Romana Loda. Illustrazioni in bianco e nero (opere di Marina Apollonio, Mirella Bentivoglio, Valentina Berardinone, Tomaso Binga, Renata Boero, Dadamaino, Giosetta Fioroni, Lucia Marcucci, Libera Mazzoleni, Verita Monselles, Stephanie Oursler, Lucia Pescador, Sandra Sandri, Suzanne Santoro, Grazia Varisco e Nanda Vigo). Ogni artista è presentata in catalogo con la riproduzione di un'opera in b/n e un breve testo critico

8vo,  pp. 40 Molto buono (Very Good)

“Il Volto sinistro dell'arte, viene inaugurata nell'ottobre del 1977 alla galleria De Amicis di Firenze, e presenta il lavoro di sedici artiste italiane o residenti in Italia, attive negli anni Sessanta e Settanta. Al centro della mostra è l'idea di irridere la consuetudine che riconduce il femminile alla sfera sinistra – connessa simbolicamente all'intimità, alla passività, al sentimento e al maleficio – e il maschile a quella destra, legata invece all'azione e alla razionalità. Stereotipo, quest'ultimo, che ha influenzato anche l'interpretazione critica del lavoro di molte artiste, favorendo la loro condizione marginale: Loda si riferisce in particolare alla lettura di Hans Richter dell'opera di Leonor Fini, Leonora Carrington, Dorothea Tanning e Meret Oppenheim, da lui considerate semplici seguaci di Max Ernst e affascinate dai lati «donneschi» e «distruttivi» presenti nell'arte di quest'ultimo” (Raffaella Perna).

Romana Loda, personaggio chiave nella diffusione dell'arte femminista e più in generale dell'arte delle donne in Italia negli anni Settanta. Loda ha promosso il lavoro di numerose artiste operanti nel nostro Paese, sia attraverso la sua galleria, la Multimedia di Erbusco (Brescia), sia mediante esposizioni in spazi pubblici e privati, quali Coazione a mostrare (Loda 1974), Magma (Loda 1975; 1976; 1977), Altra misura (ed. Loda 1976) e Il volto sinistro dell'arte (ed. Loda 1978). All'epoca queste mostre riscossero l'attenzione del
pubblico, della critica e della stampa specializzata; a esse presero parte alcune delle artiste più significative e affermate del panorama artistico europeo, come, tra le altre, Niki de Saint-Phalle, Gina Pane, Marina Abramovi?, Annette Messager. (Raffaella Perna).

150

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli