Rif: 231593

COLOMBO, Gianni (Milano, 1937 - Melzo, 1993)Intermutabili 1959/1974

Milano,  Studio Marconi 1975

Cartoncino di invito alla mostra presso lo Studio Marconi, Milano, 12 marzo 1975. Una illustrazione in bianco e nero (Fotografia dell'Artista al lavoro)

Cm 27,5x20,5 Foglio sciolto (loose pages) Due piccoli strappeti ai margini Molto buono (Very Good)

Gianni Colombo, è considerato uno dei maggiori esponenti dell'arte cinetica e ambientale internazionale,  Dalle sue primissime opere in ceramica "Costellazioni Intermutabili" del 1960 la sua ricerca si muove attraverso le strutture metalliche sospese e in movimento, Spazi Curvi, degli anni '90, passando per la ricostruzione di alcuni ambienti fondamentali (Bariestesia 1973 e Topoestesia 1977), concepite per lo Studio Marconi. La sua prima mostra personale Miriorama 4 è del 1960 alla Galleria Pater di Milano. Seguiranno numerosise mostre, fra cui, per ricordare solo quelle degli anni Sessanta: Galerie Loehr, Francoforte, 1966;  Galleria L'Attico, Roma, 1968; Galerie Tony Geber, Berna, 1968; XXXIV Esposizione Biennale Internazionale d'Arte, Padiglione Centrale, Venezia, 1968: Documenta 4, Kassel, 1968; Palais Voor Schone Kunst, Bruxelles, 1969; Galerie Suzanne Bollag, Zurigo, 1970; Studio La Città, Verona, 1970; Studio Marconi, Milano, 1970. La più recente mostra a trentanni dalla morte si è tenuta alla Fondazione Marconi e Giò Marconi, Milano, 11 maggio - 17 luglio 2023.
Alcune sue installazioni permanenti sono "Zoom Squares" di Bochum; Borgotondo, parco giochi di Mirandola realizzato nel 1979 insieme a Gianfranco Pardi ed Emilio Tadini; il Monumento alla resistenza europea di Como del 1983; Architettura cacogoniometrica di Morterone (Lecco); Architettura cacogoniometrica alpina a Bruno Taut, Furkapass (Svizzera); Architettura cacogoniometrica-entrexit, Carpi.

40