Rif: 230382

PASCALI - D'Elia, Anna (a cura di)Pino Pascali

Milano,  Electa 2010 - Prima edizione (First Edition)

A cura di Anna D'Elia. Saggi di Alberto Boatto, Achille Bonito Oliva, Cesare Brandi, Maurizio Calvesi, Claudia Lodolo, Pino Pascali, Fabio Sargentini et al. Illustrazioni e fotografie a colori e in bianco e nero. Catalogo delle opere e Bibliografia

8vo (cm 24,5x17,5),  pp. 304 Rilegato (hardback) Dorso sbiadito (Faded spine) Molto buono (Very Good)

Riedizione del volume su Pino Pascali edito da Laterza nel 1983, nato all'interno di un progetto di ricerca promosso dall'Accademia di Belle Arti di Bari. Il volume dedica spazio al Pascali incompiuto, reso possibile dall'affondo sulle pagine dei suoi taccuini cui è riservato un intero capitolo.

Estraneo a ogni raggruppamento, tra quelli che caratterizzano le neoavanguardie degli anni sessanta e settanta, Pascali li ha tutti attraversati in maniera singolare ed eccentrica. Il suo lavoro, dal 1965 al 1968, ha rotto con la tradizione introducendo nell'arte nuovi materiali e tecniche, nuovi soggetti e contenuti e una diversa modalità di vivere l'opera come arma non violenta al servizio del cambiamento. L'ironia e il gioco sono le sue armi, la febbre del fare, la vitalità, l'energia, la sensualità i suoi tratti distintivi. Nessun aspetto della realtà si sottrae al suo sguardo che analizza, scompone e ricompone. La sua ricerca nasce da una sensazione crescente di perdita d'identità. Erano gli anni in cui i media dilatavano gli orizzonti provinciali dell'Italia, importando dagli Stati Uniti modelli di comportamento e stili di vita. Pascali collega l'attenzione alla sfera dei valori urbani all'interesse per il primario in un processo di reinvenzione e ricostruzione poetica del mondo.

100

Rubriche

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli