Rif: 209604

DREI, Lia (Roma, 1922 - Roma, 2005); GUERRIERI, Francesco (Borgia, 1931 - Soverato, 2015),Sperimentale p. Quaderno 1964

Roma,  Edizione a cura della Galleria 1964 - Prima edizione (First Edition)

Appunti Lettere Conversazioni. Stampato in occasione della mostra tenutasi presso la Galleria Il Bilico, Roma, 3 aprile - 20 aprile 1964. Testi di Giulio Carlo Argan, Rosario Assunto, Arturo Bovi, Luigi Paolo Finizio, Corrado Maltese, Filiberto Menna, Sandra Orienti. Contiene "Sperimentale p. Dichiarazione di poetica"

8vo,  pp. 30 Brossura, sovracoperta (wrappers, dust jacket)  Ottimo (Fine)

Su finire del 1962 Lia Drei e Francesco Guerrieri costituiscono con Lucia di Luciano e Giovanni Pizzo il Gruppo 63. Questo sodalizio artistico si concentrò in special modo sulle ricerche gestaltiche e strutturalistiche in ambito visivo. A circa un anno di distanza, nel settembre del 1963, il gruppo si scioglie per divergenze ideologiche e metodologiche. Dopo la scissione Drei e Guerrieri continuano ad interrogarsi sullo stato dell'arte ed insieme decidono di scrivere una loro propria dichiarazione artistica, dando vita al binomio Sperimentale P. (Sperimentale Puro). La dichiarazione è a tutti gli effetti un manifesto dove per punti la coppia analizza la relazione Arte-Percezione e le sue declinazione nella società contemporanea. La Percezione scrivono "non è un'esperienza puramente oggettiva separabile dal soggetto (comportamentismo), non è una sensazione astratta o una somma di sensazioni (introspezionismo, psicologia atomistica), ma è totalità, è configurazione, strutturazione, è un 'insieme'" indivisibile (gestaltpsycologie)". Per questo nella loro ricerca propongono la costruzione di "un linguaggio veramente intersoggettivo" capace di "rendere attivamente partecipe il fruitore della costruzione dinamica, della formazione delle forma (..)". Il metodo di ricerca designato è rigoroso e antidogmatico ma allo stesso tempo impossibile da rinchiudere in schematismi logico-matematici perchè incapaci di identificare correttamente le operazioni estetiche messe in atto. Il connubio dello Sperimentale P. opererà, in Italia, in una posizione d'avanguardia nell'ambito dell'Arte Programmata e dello strutturalismo fino agli anni '70, periodo in cui i loro interessi si amplieranno, contaminandosi con altre realtà nascenti, come la Poesia Visiva. 

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli