Rif: 229744

THEMERSON, Franciszka (Varsavia, 1907 - Londra, 1988)Traces of Living

Londra,  Gaberbocchus 1969 - Prima edizione (First Edition)

Drawings by Franciszka Themerson. Foreword by Edward Lucie-Smith & "Une Thématique de l'Existence" by Lucy Teixeira. Reproductions of b/w drawings on full page / Disegni di Franciszka Themerson.Prefazione di Edward Lucie-Smith e "Une Thématique de l'Existence" di Lucy Teixeira. Riproduzioni di disegni in b/n a tutta pagina

Stampato su fogli arancioni, grigi e bianchi, alternati a fogli di carta nera

4to (cm 31x25),  pp. 54 n.n. Brossura (wrappers)  Ottimo (Fine)

La Gaberbocchus Press è stata una casa editrice londinese fondata nel 1948 dalla coppia di artisti Stefan e Franciszka Themerson. Oltre ai Themerson, gli altri direttori della casa editrice furono la traduttrice Barbara Wright e l'artista Gwen Barnard, che ha anche illustrato alcune delle pubblicazioni dell'editore.

Il nome è la forma latinizzata di Jabberwocky e i primi libri furono stampati nella loro casa di King's Road, Chelsea, Londra. Nel 1956 si trasferirono al 42a di Formosa Street a Maida Vale, Londra. Nel 1959 il seminterrato del loro ufficio fu trasformato nella Gaberbocchus Common Room, un luogo di incontro per coloro che erano interessati all'arte e alla scienza. Vi si proiettavano film, opere teatrali e si tenevano letture di poesie.

Nel corso dei suoi 31 anni di vita, la Gaberbocchus Press pubblicò oltre sessanta titoli, tra cui le loro stese opere e di Oswell Blakeston, del poeta irlandese George Henry Perrott Buchanan, di Christian Dietrich Grabbe, di Hugo Manning, di Heinrich Heine, di Raymond Queneau, di C. H. Sisson, di Stevie Smith, di Anatol Stern, di Kenneth Tynan, di Alfred Jarry, di Kurt Schwitters e di Bertrand Russell. Ubu Roi di Alfred Jarry divenne uno dei titoli più celebri della casa editrice e fu pubblicato in molte edizioni.

I contenuti dei libri dei Themerson erano spesso esperimenti visivi e linguistici. Il design dei volumi era di volta in volta ritagliata per ogni pubblicazione, per sostenere e completare il contenuto, utilizzando carta autoprodotta e svariate tecniche. Nel 1979 la coppia vendette la propria casa editrice alla casa editrice olandese Uitgeverij De Harmonie, che aveva realizzato pubblicazioni visive sperimentali per tutti gli anni Settanta.

350

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli