Rif: 230078

CELANT, Germano (a cura di)When Attitudes Become Form. Bern 1969/Venice 2013

Milano,  Fondazione Prada 2013 - Prima edizione (First Edition)

Catalogo della mostra tenutasi presso Ca' Corner della Regina, Venezia 1 giugno - 3 novembre 2013. Testi di Germano Celant, Dieter Roelstraete, Francesco Stocchi, Jens Hoffmann, Benjamin H.D. Buchloh et al. Intervista di Thomas Deamand con Rem Koolhaas. 835 illustrazioni a colori e in bianco e nero. Bibliografia selezionata

4to (cm 29x21,5),  pp. 732 Rilegato tela, sovracoperta (cloth, dust jacket)  Ottimo (Fine)

The exhibition, curated by Germano Celant in dialogue with Thomas Demand and Rem Koolhaas, reconstructs “Live in Your Head. When Attitudes Become Form”, a show curated by Harald Szeemann at the Bern Kunsthalle in 1969, which went down in history for the curator's radical approach to exhibition practice, conceived as a linguistic medium. In a surprising remaking of the exhibition from 1969 in the historical architectural and environmental structure of Ca' Corner della Regina, the show maintains the original visual and formal relations and links between the works. The project has posed a series of questions on the complexity and very meaning of the project, which has developed through a profound debate from various perspectives: the artistic, the architectural and the curatorial. Underlining and highlighting the transition from the past to the present, it has been decided to graft the exhibition in its totality—walls, floors, installations and artworks— onto the historical architectural and environmental structure of Ca' Corner della Regina, thereby inserting—on a full-size scale—the modern rooms of the Kunsthalle, delimited by white wall surfaces, into the ancient frescoed and decorated halls of the Venetian palazzo.

 

La mostra, curata da Germano Celant in dialogo con Thomas Demand e Rem Koolhaas, ricostruisce "Live in Your Head. When Attitudes Become Form", una mostra curata da Harald Szeemann alla Kunsthalle di Berna nel 1969, passata alla storia per l'approccio radicale del curatore alla pratica espositiva, concepita come medium linguistico. In un sorprendente rifacimento della mostra del 1969 nella storica struttura architettonica e ambientale di Ca' Corner della Regina, la mostra mantiene le relazioni e i legami visivi e formali originali tra le opere. Il progetto ha posto una serie di domande sulla complessità e sul significato stesso del progetto, che si è sviluppato attraverso un profondo dibattito da diverse prospettive: quella artistica, quella architettonica e quella curatoriale.  Sottolineando ed evidenziando il passaggio dal passato al presente, si è deciso di innestare la mostra nella sua totalità - pareti, pavimenti, installazioni e opere d'arte - sulla struttura architettonica e ambientale storica di Ca' Corner della Regina, inserendo così in scala reale le moderne sale della Kunsthalle, delimitate da superfici murarie bianche, negli antichi saloni affrescati e decorati del palazzo veneziano.

450

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli