Rif: 224512

FOSSO, Samuel (Camerun, 1962)Autoportrait

Gottingen,  Steidl 2020 - Prima edizione (First Edition)

A cura di Okwui Enwezor. Testi di Artur Walther, Jean Marc Patras, Elvira Dyangani Ose, Yves Chatap, Chika Okele-Agulu, Quentin Bajac, Claire Staebler, James Merle Thomas, Terry Smith, Oluremi C. Onabanjo. 188 fotografie a colori e in bianco e nero di Samuel Fosso. Lista delle fotografie, esibizioni, bibliografia

4to (28x24 cm),  pp. 352 Rilegato tela, sovracoperta (cloth, dust jacket)  Perfetto (Mint)

AUTOPORTRAIT is the first comprehensive survey of Samuel Fosso's multifaceted oeuvre. Since the mid-1970s, the artist has focused on self-portraiture and performance, envisioning variations of identity in the postcolonial era. From Fosso's early self-portraits in black-andwhite from the 1970s to his recent, continually inventive exercises in self-presentation, highlights include the vibrant series “Tati” (1997), in which he playfully inhabits African and African American characters and archetypes; and the magisterial portraits of “African Spirits” (2008), where he poses as icons of the pan-African liberation and Civil Rights movements, such as Angela Davis, Martin Luther King, Jr., Patrice Lumumba and Nelson Mandela.

AUTOPORTRAIT è la prima rassegna completa della poliedrica opera di Samuel Fosso. Dalla metà degli anni Settanta, l'artista si è concentrato sull'autoritratto e sulla performance, immaginando variazioni di identità nell'era postcoloniale. Dai primi autoritratti in bianco e nero degli anni Settanta ai recenti esercizi di autorappresentazione, continuamente inventivi, si segnalano la vivace serie "Tati" (1997), in cui l'artista si cala giocosamente nei panni di personaggi e archetipi africani e afroamericani, e i magistrali ritratti di "African Spirits" (2008), in cui l'artista posa nei panni di icone dei movimenti di liberazione panafricani e per i diritti civili, come Angela Davis, Martin Luther King, Jr, Patrice Lumumba e Nelson Mandela.

75