Rif: 226215

BOWNIK, Pawel (Lublin, 1977)Disassembly

Poznan,  Mundin 2013 - Prima edizione di 1000 esemplari (First edition of 1000 copies)

Fotografie a colori a piena pagina. In allegato spillato con un testo di Andrew Berardini e un'intervista di Jakub Swircz

Firma autografa dell'Artista, datata 2014 (Signed by the Artist, dated 2014)

4to (cm 31x24,5),  pp. 120 Rilegato (hardback)  Perfetto (Mint)

Bownik first disassembles his plants and flowers then reconstructs them, documenting the results. A bipolar mix of engineering, scientific investigation, botany and artistic exploration with mystifying visual results.

"I separate the stems, flowers, leaves, and buds, and then try to put them back together unchanged. (...) I accurately measure the space between leaves and write it down on them with a pencil. All these measurements, as well as the necessary reinforcements, are visible at a close examination of the photos. Nevertheless, the process of deconstruction is not shown" – said the artist in an interview with Jakub Swircz, which is included in the album Disassembly.

Shortlisted at Kassel Photo Book Award 2014.

Bownik prima smonta le sue piante e i suoi fiori poi li ricostruisce, documentandone i risultati. Un mix bipolare di ingegneria, indagine scientifica, botanica ed esplorazione artistica con risultati visivi mistificanti.

"Separo gli steli, i fiori, le foglie e i boccioli, e poi provo a rimetterli insieme immutati. (...) Misuro accuratamente lo spazio tra le foglie e lo scrivo su di esse con una matita. Tutte queste misure, così come i rinforzi necessari, sono visibili ad un attento esame delle foto. Tuttavia, il processo di decostruzione non è mostrato" – ha detto l'artista in un'intervista a Jakub Swircz, inclusa nel libro.

Selezionato al Kassel Photo Book Award 2014.

350