Rif: 226329

MORIYAMA, Daido (Ikeda, 1938)Actor Isamu Shimizu

Tokyo,  Akio Nagasawa Publishing,  2015 - Prima edizione di 600 esemplari numerati (First edition of 600 numbered copies)

Un testo e fotografie in bianco e nero di Daido Moriyama. Edizione in giapponese e  inglese

Firma autografa dell'Artista (Inscribed and signed by the Artist)

8vo (cm 22,5x25,5),  pp. 80 circa Perfetto (Mint)

My first encounter with Shimizu Isamu occurred when I noticed a photo of his face in the show window of a cabaret in Shimbashi, where he was part of the current program.That was fifty years ago.
At the time, 'Camara mainichi' a photo magazine published by the mainichi Newspapers, was occasionally publishing my works in what the editor in charge called an "entertainers' series". After having shot showpeople at the "Mokubakan"in Asakusa,enka(Japanese popular ballad) singer Saburo Kitajima on the road,and Toei yakuza film studios for exsample, my encounter with that one captivating picture of Mr.Shimizu's smiling face came just in time when I was looking for my next target. It wa s crucial encounter, as I decided right on the spot that this was the next person I was going to photograph. It still happens today that I fondly recall the time I spent with Mr.Shimizu during the photo shootings. In such moments I see him and my-self-two young dudes in conversation,just as if fifty that gap of fifty years wasn't there at all.

Il mio primo incontro con Shimizu Isamu avvenne quando notai una foto del suo volto nella vetrina di un cabaret di Shimbashi, dove faceva parte del programma in cartellone. All'epoca, "Camara mainichi", una rivista fotografica del giornale Mainichi, pubblicava occasionalmente i miei lavori in quella che l'editor chiamava una "entertainers' series". Dopo aver fotografato personaggi dello spettacolo al "Mokubakan" di Asakusa, il cantante di enka (ballata popolare giapponese) Saburo Kitajima sulla strada, e gli studi cinematografici della Toei yakuza, per esempio, il mio incontro con quella foto accattivante del volto sorridente del signor Shimizu arrivò giusto in tempo quando stavo cercando il mio prossimo obiettivo. È stato un incontro cruciale, perché ho deciso subito che quella sarebbe stata la prossima persona che avrei fotografato. Ancora oggi mi capita di ricordare con affetto il tempo trascorso con il signor Shimizu durante i servizi fotografici. In questi momenti vedo lui e me stesso, due giovani che conversano, come se cinquanta anni di differenza non esistessero.

120

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli