Rif: 233106

CHAUVET, Zoé & Talita OTOVICAltaer. Book + Cassette

Torino,  Witty Books 2023 - Prima edizione (First Edition)

Altær è una pubblicazione che combina un libro fotografico di Zoé Chauvet e una musicassetta di Talita Otović

Design di Aurora Saita e Tommaso Parrillo

Cm 24x32,  pp. 60 Brossura (wrappers)  Nuovo (New)

Alta(e)r nasce dalla volontà di realizzare il ritratto di persone che mettono in discussione il loro genere e il loro rapporto con l'identità. In questo percorso, i miei amici ei miei incontri si sono progressivamente trasformati in un archivio sensibile destinato a (ri)dare importanza alla fluidità dei corpi, la fluidità dei corpi e delle loro storie. L'immagine fotografica si trasforma così in un artefatto e in un oggetto della memoria.
Questa proposta cristallizza temporaneamente le storie a margine, le localizza, le fa rivivere. Riscrive la storia, crea memorie, colma i vuoti, creando nuove narrazioni, nuove narrazioni, nonché l'impulso a pensare futuri alternativi. È una finzione pensare altrove, ripararsi, convocare altri immaginari.
Questi numerosi ritratti si confrontano con frammenti di paesaggio insolati su carta fotosensibile che stanno qui come ricordi perduti che avrebbero potuto aver luogo in qualsiasi luogo nel tempo. Il luminogramma offre una cornice creativa in quanto si presta anche alla decostruzione e all'abbandono, che permette all'intreccio di queste condizioni contraddittorie della creatività di generare nuove e spontanee forme di rappresentazione.
Alta(e)r è un tentativo di considerare ogni pezzo di vita come un archivio che creiamo ora. archivio che creiamo ora. In questo progetto i corpi sono visti come architetture che costruiscono il limite di una realtà immateriale, che sempre scompare. scomparendo sempre. Alter rappresenta la mutazione dei corpi e delle menti, il riflesso di noi stessi negli altri. L'altare è un luogo mistico di illuminazione e di sacrificio. I due si fondono insieme per creare Alta(e)r. Una mappa sensibile e immersiva che accoglie la devianza come qualcosa di sacro, toccato dalla luce.

Vincitore del premio Ear/eye 2022

20