Rif: 226639

LAITA, Mark (Detroit, 1960)Created Equal

Gottingen,  Steidl,  2008 - Prima edizione (First Edition)

Un testo di Ingrid Sischy. Fotografie in bianco e nero a pagina piena di Mark Laita

4to (cm 38x29,5),  pp. 240 Perfetto (Mint)

In America, the chasm between rich and poor is growing, the clash between conservatives and liberals is strengthening, and even good and evil seem more polarized than ever before. “At the heart of this collection of portraits is my desire to remind us that we were all equal, until our environment, circumstances or fate molded and weathered us into whom we have become”. Los Angeles- and New York-based photographer Mark Laita completed Created Equal over the course of eight years; his poignant words reflect the striking polarizations found in his photographs. Presented as diptychs, the images explore social, economic and gender difference and similarity within the United States, emulating and updating the portraiture of Edward Curtis, August Sander and Richard Avedon.

In America, l'abisso tra ricchi e poveri sta crescendo, lo scontro tra conservatori e liberali si sta rafforzando, e anche il bene e il male sembrano più polarizzati che mai. “Al centro di questa collezione di ritratti c'è il mio desiderio di ricordarci che eravamo tutti uguali, finché il nostro ambiente, le circostanze o il destino non ci hanno plasmato e trasformato in ciò che siamo diventati”. Il fotografo di Los Angeles e New York Mark Laita ha realizzato Created Equal in otto anni; le sue parole toccanti riflettono le polarizzazioni impressionanti che si riscontrano nelle sue fotografie. Presentate come dittici, le immagini esplorano la differenza e la somiglianza sociale, economica e di genere negli Stati Uniti, emulando e aggiornando la ritrattistica di Edward Curtis, August Sander e Richard Avedon.

500

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli