Rif: 228570

ITURBIDE, Graciela (Città del Messico, 1942)Des oiseaux

Parigi,  Editions Xavier Barral 2019 - Prima edizione (First Edition)

 Testo di Guilhem Lesaffre. 53 fotografie in bianco e nero di Graciela Iturbide

Design del libro di Coline Aguettaz e Xavier Barral

8vo (cm 26x20,5),  pp. 104 Rilegato tela con tavola fotografica applicata al piatto anteriore (original full cloth with photographic inlay to front cover)  Ottimo (Fine)

Figura di spicco della fotografia latino-americana, Graciela Iturbide combina il documentario e il lirico. Composizioni decentrate, effetti grafici e ombre pesanti creano un universo poetico dove una sensazione di stranezza si combina con una di dura realtà. Il potente equilibrio delle sue composizioni produce cieli pieni di uccelli, situazioni comiche e inaspettate dove i polli sono ritratti seduti saggiamente sulle bancarelle del mercato, mentre altrove stormi cinguettanti sembrano invadere la scena con movimenti agili e fluidi. Per Iturbide, gli uccelli vivi rappresentano la libertà. Ma la morte non è mai lontana nel suo lavoro, così come un certo senso del surreale.  Una dimensione organica, legata al sangue, alla carne, al fango, al sudore e alla terra permea la maggior parte delle immagini di Graciela Iturbide, perché l'Artista ha un rapporto speciale con la realtà, scegliendo di catturare momenti unici con il suo obiettivo.

40

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli