Rif: 214930

CARTIER-BRESSON, Henri (Parigi, 1908 - Parigi, 2004),Henri Cartier Bresson. Portfolio

Milano,  Electa Editrice,  1979 - Edizione di 1000 esemplari numerati

Portfolio di 12 stampe, edito in occasione di Venezia '79 / La Fotografia. Testo in italiano e inglese di Henri Cartier Bresson. Elenco delle stampe con titoli e didascalie. Biografia / A portfolio of 12 prints published to commemorate Venezia '79 - La Fotografia, an exhibition made by Unesco and the Municipality of Venice, in collaboration with International Center of Photography, New York

Esemplari tirati in héliogravure su carta speciale studiata appositamente per i Portfolios Electa. Custodia in cartone con impresso in rosso il nome del fotografo. Esemplare n. 613

Folio (cm 40 x 29,5),  pp. 4 + 12 tavole Fogli sciolti in cartelletta (loose as issued in original portfolio) Molto buono (Very Good)

"La fotografia non ha mutato i suoi caratteri originari, tranne negli aspetti tecnici, che per me, non hanno mai costituito una grossa preoccupazione. La fotografia può sembrare un'attività facile: È invece un'attività varia e ambigua e il solo denominatore comune tra coloro che la praticano lo strumento. Il prodotto che esce da questo registratore non sfugge alle costrizioni economiche di un mondo dominato da tensioni sempre più intense e da rischi imprevedibili sul piano ecologico. La fotografia manipolata o messa in posa non mi interessa. E se esprimo un giudizio, questo può essere solo di ordine psicologico e sociologico. C'è chi fa delle fotografie preparate, e c'è chi va alla scoperta dell'immagine e la coglie al volo. 

Per me l'apparecchio fotografico è un quaderno di schizzi, lo strumento dell'intuizione e della spontaneità, il padrone dell'attimo, in termini visivi, interroga e decide insieme. 

Per esprimere il mondo, bisogna sentirsi implicati in ciò che si ritaglia attraverso il mirino. Questo atteggiamento esige concentrazione, disciplina spirituale, sensibilità e senso della geometria. Solo con una grande economia di mezzi si può raggiungere la semplicità d'espressione. Si deve sempre fotografare con il massimo rispetto per il soggetto e per se stessi. 

Fotografare significa trattenere il fiato quando tutte le nostre facoltà si concentrano davanti alla realtà sfuggente; allora la cattura dell'immagine diventa una grande gioia. Fotografare significa, in uno stesso istante, riconoscere un fatto e la rigorosa organizzazione delle forme percepite visivamente, che esprimono e determinano questo fatto. Significa mettere sulla stessa linea di mira la testa, l' occhio e il cuore. Per quanto mi concerne fotografare è un modo di capire, che non può essere separato degli altri strumenti di espressione e di comunicazione visiva. È una possibilità di gridare, di liberarsi, E non di dimostrare o di affermare la propria originalità. È una maniera di vivere."

(Henri Cartier Bresson, dal testo introduttivo).

1000

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli