Rif: 219323

ITURBIDE, Graciela (Città del Messico, 1942)Mi Ojo

Barcellona - Città del Messico,  Editorial RM,  2016 - Prima edizione (First Edition)

Fotografie in bianco e nero di Graciela Iturbide, stampate in Silver Print. Testi in spagnolo e inglese di Osvaldo Sanchez. All'interno del libro la sagoma in cartone di un occhio

24mo (cm 13x14),  pp. 112 circa Brossura (wrappers) Nuovo (New)

Graciela Iturbide (born 1942), a winner of the 2008 Hasselblad Foundation Award, has been acclaimed as one of Latin America's greatest photographers for her photographic exploration of her native Mexico's landscapes and inhabitants in stark black and white. In her latest publication, “Mi Ojo”, Iturbide presents a mysterious personal selection of her black-and-white photographs, an oblique exploration of that elusive thing that can make or break an image?the photographer's eye. Using silver ink on black cardboard to print her images, Iturbide pushes the limits of what a photograph can be, creating images with the look of high-contrast negatives that draw out the intrinsic strangeness of the photographs. Designed in a small, intimate format and published in a limited edition of 1,500 copies, Graciela Iturbide: Mi Ojo will appeal to photobook lovers and connoisseurs of the photographer's work.

Graciela Iturbide, vincitrice del premio Hasselblad Foundation Award 2008, è acclamata come una delle più grandi fotografe dell'America Latina per la sua esplorazione fotografica dei paesaggi e degli abitanti del suo nativo Messico, in immagini di un netto bianco e nero. Nella sua ultima pubblicazione, "Mi Ojo", Iturbide presenta una misteriosa selezione personale delle sue fotografie in bianco e nero, un'esplorazione obliqua di quella cosa inafferrabile che può creare o distruggere un'immagine: l'occhio del fotografo. Usando inchiostro d'argento su fogli neri per stampare le sue immagini, Iturbide spinge i limiti di ciò che una fotografia può essere, creando immagini dall'aspetto di negativi molto contrastate, che rappresentano la stranezza intrinseca delle fotografie. Progettato in un formato piccolo e intimo e pubblicato in un'edizione limitata di 1.500 copie, Mi Ojo si rivolge agli amanti dei fotolibri e della fotografia.

80

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli