Rif: 225757

FRANK, Robert (Zurigo, 1924 - Inverness, 2019)The Americans

Gottingen - Washington,  Steidl - National Gallery of Art,  2008

Introduzione di Jack Kerouac. Fotografie in bianco e nero di Robert Frank

Con bandella editoriale

16mo (cm 19x22),  pp. 180 Perfetto (Mint)

Pubblicato per la prima volta in Francia nel 1958, poi negli Stati Uniti nel 1959, The Americans di Robert Frank ha cambiato il corso della fotografia del ventesimo secolo. In 83 fotografie, Frank guardò sotto la superficie della vita americana per rivelare un popolo afflitto dal razzismo, mal servito dai suoi politici e reso insensibile da una cultura del consumo in rapida espansione. Ma ha anche trovato nuove aree di bellezza in angoli semplici e trascurati della vita americana. E non furono solo i soggetti di Frank - auto, jukebox e persino la strada stessa - a ridefinire le icone dell'America; fu anche il suo stile apparentemente intuitivo, immediato e stravagante, così come il suo metodo di collegare brillantemente le sue fotografie insieme dal punto di vista tematico, concettuale, formale e linguistico, a rendere The Americans così innovativo. Più un'ode o una poesia che un documento, il libro è potente e provocatorio oggi come cinquantasei anni fa.

Questa nuova edizione 2008 pubblicata da Steidl offre forse la migliore stampa di sempre, con nuove scansioni a tre toni delle stampe originali, stampate su carta di prima qualità. Lo stesso Robert Frank ha supervisionato ogni aspetto di questa nuova edizione, approvando ogni pagina uscita dalla stampa. Ha persino ri-tagliato molte delle foto, includendo più porzione di immagine rispetto a prima (da lensculture.com).


First published in France in 1958, then in the United States in 1959, Robert Frank's The Americans changed the course of twentieth-century photography. In eighty-three photographs, Frank looked beneath the surface of American life to reveal a people plagued by racism, ill-served by their politicians, and rendered numb by a rapidly expanding culture of consumption. Yet he also found novel areas of beauty in simple, overlooked corners of American life. And it was not just Frank's subject matter—cars, jukeboxes, and even the road itself—that redefined the icons of America; it was also his seemingly intuitive, immediate, off-kilter style, as well as his method of brilliantly linking his photographs together thematically, conceptually, formally, and linguistically, that made The Americans so innovative. More of an ode or a poem than a literal document, the book is as powerful and provocative today as it was fifty-six years ago.
This new 2008 edition published by Steidl offers perhaps the best printing yet, with all new tri-tone scans of the original prints, printed on top quality paper. Robert Frank himself supervised every aspect of this new edition, including approving every page that rolled off the presses. He even re-cropped many of the photos, usually including more of the image than before. (from lensculture.com)

120

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli