Rif: 218957

MISRACH, Richard (Los Angeles, 1949)Violent Legacies. Three Cantos

New York,  Aperture 1992 - Prima edizione (First Edition)

Un saggio di Susan Sontag. Un'intervista di Melissa Harris a Richard Misrach.  Fotografie a colori  e in bianco e nero tratte dai progetti: "Project w-47 ("The secret"; "The pit"; "The playboys")

40 (cm 28,5 x 31,5),  pp. 96 Rilegato tela, sovracoperta (cloth, dust jacket) Sovracoperta lievemente sciupata (Lightly worn dust jacket) Molto buono (Very Good)

In Violent Legacies the acclaimed photographer Richard Misrach has compiled three new "cantos" in his ongoing series of photographs exploring the desert in the American West. The desert has long been a metaphor in Misrach's art. In Violent Legacies these barren lands, so often romanticized, undergo an eerie transformation at the hands of man and become an unmistakable reflection of militarism, violence, and environmental destruction. Misrach's political commintment and activism have never been as powerfully articulated as in these three new cantos.

In Violent Legacies l'acclamato fotografo Richard Misrach ha creato tre nuovi "cantos" nelle sue serie di fotografie che esplorano il deserto dell'ovest americano. Il deserto è stato a lungo una metafora nell'arte di Misrach. In Violent Legacies queste terre sterili, così spesso ammantate di romanticismo, subiscono una trasformazione inquietante per mano dell'uomo e diventano un inconfondibile riflesso del militarismo, della violenza e della distruzione ambientale. L'attivismo politico e l'impegno di Misrach non sono mai stati così fortemente articolati come in questi tre nuovi Cantos.

80

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli