Pathos di Giorgio Negro

Il 19 Novembre 2019 abbiamo presentato il libro e la mostra "Pathos" di Giorgio Negro, alla presenza dell'autore in dialogo con il fotografo Dario De Dominicis.



Pathos è il primo libro fotografico dell'autore ed è stato pubblicato a maggio 2019. Prodotto in collaborazione con 2 amici: Ernesto Bazán, che ha supervisionato tutto il lavoro, ha selezionato le immagini, messo insieme la sequenza di immagini e reso disponibile il suo nome come editore; Kevin Sweeney ha disegnato l'intera parte grafica del libro.
Il libro è composto da cinquantanove immagini prese in 15 anni in cinque paesi dell'America Latina (Messico, Cuba, Brasile, Perù ed Ecuador).
E' una visione intima e personale di fronte alle ambiguità e ai contrasti del continente latinoamericano. Una visione fortemente influenzata dal background professionale del fotografo: attivo da oltre 20 anni come delegato del Comitato Internazionale della Croce Rossa, per il quale ha lavorato, in molti paesi, in situazioni di guerra o conflitti armati.
Le immagini sono state scattate durante il tempo libero, quindi lontano dalle aree in cui ha lavorato. Tuttavia, il libro è intriso della pesante dualità Bene / Male che la guerra esaspera senza pietà e alla quale ha assistito molto da vicino.
Senza alcun obiettivo giornalistico o documentario, ha incontrato persone, animali ed ambiente, sempre alla ricerca di un contatto empatico. 

 "Per me, il processo fotografico è diventato una "riscoperta" del mondo attraverso una lente critica: quella che consente di vedere la coesistenza del bene e del male ovunque e in ogni essere umano (spesso metaforicamente). Ma senza pessimismo o giudizi morali. Semplicemente come un dato di fatto. La pubblicazione del libro "Pathos" è stato per me un processo editoriale ed emotivo molto importante. È stato come guardare indietro e prendere coscienza di ciò che avevo vissuto per elaborare le mie esperienze di prossimità con l'oscurità, ma anche con il lato luminoso dell'essere umano." (Giorgio Negro)

 

 

Giorgio Negro (Torino, 1959) trascorre infanzia e giovinezza nel tranquillo ambiente della provincia italiana, a Susa. Dopo l'Università Ottiene una laurea in Ingegneria Elettronica ma dopo 10 anni di lavoro informatico decide di entrare nel Comité Internazionale della Croce Rossa. Lavorerà in molte parti del mondo per svolgere attività umanitarie in zone di guerra: Cecenia, Colombia, Peru, Ciad, Sudan, Israele, Libia, Irak ed altri paesi ancora. Nel 2005 incontra Ernesto Bazan, il fotografo italiano che gli farà scoprire la fotografia in bianco e nero e che diventerà suo amico e mentore. È l'inizio di un viaggio magico nel mondo della fotografia umanista. Nel poco tempo libero che il suo lavoro gli concede, Giorgio fotografa in America Latina. Nel 2017, lascia il lavoro umanitario per dedicarsi alla famiglia ed alla fotografia. Nel 2019, il progetto sull'America Latina viene pubblicato come libro dal titolo ''Pathos''. Attualmente sta realizzando un progetto sulla sua patria di adozione, la Svizzera.

Premi:

2016:
Selected Winner Latin America Fotografia Award.

2018:
Selected Winner ''Los Diez'', Latin America Fotografia Award.
Winner Lens Culture Emerging Talents Awards.
Finalist at the Miami Street Photography Award.
4th place at the PND Photojournalism in B&W Award.

2019 :
Winner of the Milano Street Photo Award.
Finalist at the SIPA – Siena International Photo Awards.
1rst place at IPA (International Photography Award), category Analog/Film-Other.
Honorable Mention at IPA, category Book-Documentary, with the book ''Pathos''.
Selected Winner ''Los Diez'', Latin America Fotografia Award.
First Prize: Premio Fotografia Etica Festival di Lodi
First Prize: Italy Photo Award
First Prize: Premio Editoriale ''Voglino''

2020:
Selected Winner American Photography 36

Dario De Dominicis (Rome 1965) ha iniziato a lavorare come fotografo professionale nel 1993. I suoi lavori sono stati pubblicati da diverse riviste italiane ed internazionali. Dal 2002 al 2009 ha insegnato fotogiornalismo all'Istituto Statale per la Cinematografia e la Televisione ''Roberto Rossellini'' di Roma. Dal 2003 al 2009 ha anche tenuto corsi di foto-reportage alla scuola Officine Fotografiche di Roma. Nel 2004 ha pubblicato il suo primo libro in bianco e nero ''Una storia cubana'', edito da Postcart. Nel 2009 si trasferisce a Rio de Janeiro. Dal 2011 al 2015 ha collaborato con i quotidiani Le Monde e Die Zeit, per i quali seguiva gli eventi socio-politici brasiliani. Fra il 2012 ed il 2013 ha realizzato la documentazione visuale per il libro ''Os soldados da borracha'' (I soldati della gomma) edito da Escritura Publishing. Dal 2013 al 2016 ha tenuto vari workshops e conferenze nel quadro del Festival Internazionale della Fotografia ''Paraty em Foco'' in Brasile.

Per la scheda del libro: Clicca qui

Per la scheda del libro in edizione speciale, con fotografia originale firmata: Clicca qui

Scrivendo all'indirizzo info@libreriamarini.it o direttamente in negozio è possibile acquistare alcune fotografie originali dell'autore: 

stampa fine art su carta Hahnemuhle Rag Baryta in due formati: 

- 5 fotografie (soggetti vari)
cm 36x51, tirate in 5 copie

- 27 fotografie (soggetti vari)
cm 10x15, tirate in 2 copie

Fotografie dell'evento di Martha Micali

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli