Il libro della settimana: Il poema erotico di Rafael Alberti, “Diálogos de Venus y Priapo”, Arboleda Perdida, 1962

Il 28 Maggio 1963 Rafael Alberti giunge a Roma proveniente dall'Argentina dove aveva vissuto in esilio dal 1940.
Il poeta e drammaturgo spagnolo, attivo nel Partido Comunista de Espańa (PCE), con la sua compagna Maria Teresa Leňn, aveva abbandonato la Spagna nel 1939, dopo la sconfitta repubblicana, e, dopo una breve permanenza a Parigi nella casa di Pablo Neruda, era salpato da Marsiglia per l'Argentina nel febbraio del 1940.

Nel 1962 a Buenos Aires Alberti festeggia i suoi 60 anni, pubblicando il suo poema erotico Diálogos de Venus y Priapo, uno dei piů rari libri del Novecento. Infatti, presso le Ediciones La Arboleda Perdida vennero stampate solo 22 esemplari dell'opera, contraddistinte dalle lettere A-Z e firmate dal poeta. Ognuna delle 22 copie reca in copertina un diverso disegno originale ad inchiostro di Rafael Alberti - la pittura fu la sua prima vocazione artistica - per cui ogni copia puň considerarsi un'opera unica. A Roma Alberti porterŕ con se le poche copie del libro, forse 4, rimaste ancora in suo possesso, dopo che le piů erano state donate ai suoi amici argentini. 

Negli anni Sessanta uno dei luoghi privilegiati di incontro fra artisti e letterati era a Roma la libreria “Al ferro di cavallo” diretta da Agnese de Donato in via Ripetta 67. Alberti, che si era stabilito a Trastevere con la sua compagna  María Teresa, fu assiduo frequentatore della libreria e qui depositň le copie del suo libro. Da allora non si č avuta piů notizia di queste poche copie che sono diventate una vera e propria raritŕ bibliofila. L'opera non č mai apparsa in Aste e manifestazioni pubbliche.

 

L'opera č disponiile presso la  nostra libreria

News

Notizie dal mondo dell'arte, della fotografia, della letteratura, dell'architettura e del design, dei libri illustrati, d'artista, di pregio, rari e di svago...

Archivio Articoli