Rif: 30940

CERVO VOLANTE. Pubblicazione mensile di poesia diretta da Adriano Spatola,Cervo Volante: Poema ex Ponto. Anno I, Numero 1, Gennaio 1981

Roma,  Etrusculudens 1981 - Prima serie. Edizione di 1000 es. numerati

Cartella editoriale, in bella carta marmorizzata a colori, contenente un manifesto, con i versi di Gerald Bisinger (Poema ex Ponto, apparso a Erlangen nel 1977. Traduzione di Giovanni Anceschi) e disegno di Giosetta Fioroni, stampato in litografiaa colori (cm 60x90). Scritto programmatico di Adriano Spatola sul progetto Cervo Volante e una nota critica su Bisinger sui risvolti interni della cartella

Ogni esemplare è rilegato con una carta di differente colore. Esemplare n. 481

8vo,  pp. Foglio ripiegato in più parti (60x90) Molto buono (Very Good)

Gerald Bisinger nasce nel 1936 a Vienna. Studi di psicologia e italianistica. Cura dal 1962 al 1970 la redazione poetica della rivista Viennese “Neue Wege”, dal 1980 all''86 è redattore di “Literatur im technischen Zeitalter” (Berlino), e dal 1989 al ‘94 è menbro del comitato di redazione di “Rampe” (Linz) e di “TamTam” (Mulino di Bazzano, Parma); dal1964 al 1986 Bisinger ha vissuto a Berlino (come collaboratore del Literarische Colloquium), e poi fino alla sua morte nel febbraio 1999 di nuovo a Vienna. Dal 1963 pubblica in plaquettes e edizioni di microeditoria, come “7 neu gedichte” e “frammenti sull'io” (Edizioni Geiger, Torino, 1971 e 1977); traduzioni di Umberto Eco, Edoardo Sanguineti, Nanni Balestrini. È stato il primo editor di H. C. Artmann. Presso la casa editrice Droschl esce nel 1987 la raccolta”Am frühen Lebensabend”, seguito - dopo dieci anni - da “Ein alter Dichter” (1998) e da “Dieser Tratsch” (1999), i quali con “Im siebenten Jahrzehnt”, uscito postumo, compongo la sua trilogia conclusiva. [Archivio Adriano Spatola]

Cervo Volante pensa alla poesia come a una realtà messa in funzione oggettivamente da una ricerca sulla interazione fra le arti. Diciamo oggettivamente perché ogni fascicolo contiene in sé la possibilità di una duplice destinazione: la parete, in quanto poster e la biblioteca in quanto libro (Adriano Spatola).

90